Crea sito
Raccolta differenziata

Dove si gettano i piatti, i bicchieri e le posate di plastica?

 

 

Grazie al contributo di uno di voi, che condivide il rispetto per l’ambiente, oggi ci chiediamo…

Dove si buttano i piatti, i bicchieri e le posate di plastica?
Vanno gettati nella plastica o nel secco residuo detto anche indifferenziato?
 
Da maggio 2012 si può conferire nella PLASTICA, e non più sul Secco Residuo/Indifferenziato,
sia i bicchieri che i piatti di plastica. ( fonte Wikipedia )
Facendo attenzione che il tutto si riferisce ai soli bicchieri e piatti usa e getta.
I bicchieri e i piatti di plastica durevoli invece vanno gettati nella raccolta del SECCO RESIDUO.
^_^
 Questo in base all‘accordo, stipulato fra l’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani)
e il CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi), relativo al contributo ambientale
 che tutti i produttori di piatti e bicchieri di plastica sono tenuti a pagareBurocrazia.

Invece per quanto riguarda le POSATE DI PLASTICA, che siano usa e getta o meno,
ancora ad oggi, maggio 2018, si devono conferire nel SECCO RESIDUO/ INDIFFERENZIATO.
^_^
Ricordiamoci che i PIATTI e i BICCHIERI differenziabili sulla raccolta della PLASTICA
devono essere puliti cioè PRIVI DI RESIDUI DI CIBO.
Non occorre lavarli, ma semplicemente togliere gli avanzi con un fazzoletto.
Se rimane un po’ di unto può essere gettato sulla raccolta differenziata della plastica.
 ^_^
Quindi, per ricapitolare:

Bicchiere di plastica va conferito nella PLASTICA



Piatto di plastica va conferito nella PLASTICA



Posate di plastica vanno conferite nel  SECCO RESIDUO/ INDIFFERENZIATO

 



Ricordiamoci anche che per un CORRETTO CONFERIMENTO dei RIFIUTI è sempre bene
comunque far riferimento alle regole del Comune di appartenenza.

SEGUIMI ANCHE SULLA MIA NUOVA PAGINA FACEBOOK “Pianeta delle Idee Ambiente
e se ti va anche sulla pagina Facebook sulla creatività ed il riciclo creativo “Pianeta delle Idee

Se avete altre notizie o dettagli non esitate a commentare o a contattarmi tramite mail.
 
Il vostro aiuto è utile a tutti noi per riciclare al meglio!
^_^
 ^_^
 

Pianeta delle Idee

Il sito nasce ispirandosi ad una mia semplice esigenza: la condivisione.
Un aspetto importante che oggigiorno non viene più considerato.
Condividendo non arricchiamo gli altri a nostro discapito ma, arricchiamo noi stessi ricevendo poi la condivisione altrui.
E questa è una forza assoluta. La condivisione è la forza di tutti noi.

Per questo ho creato “Pianeta delle Idee” in modo tale da fornire un luogo di condivisione dove potersi districare nel complesso mondo della Raccolta Differenziata e dare uno stimolo creativo a chiunque ne abbia voglia.
E non per ultimo, avvicinare tutti noi ad un mondo più green e all'insegna del riciclo.

Commenti

Clicca qui per il tuo commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ciao,mentre aspettiamo che COREPLA risponda, puoi chiedere anche se possono essere buttate nella plastica le carte dei regali in plastica argentata? Sono imballaggi o no?Ho visto che Amsa, la ditta che gestisce la RD a Milano, ha pubblicato sulla sua pagina Fb un post in cui dice di non buttare i vasi di plastica nella plastica:https://www.facebook.com/amsa.spa/timeline?ref=page_internalPuoi fargli notare che però i vasi per vivaisti vanno nella plastica, magari mettendo un collegamento a questo documento? http://www.corepla.it/documenti/0c942957-705f-4a8a-86a1-c5febb492f22/Elec.Imb.Fraz.Estr+AQ+14-19+REV+2015.pdf Grazie mille e scusa per il disturbo!!!Stefano

  • Ciao Stefano… interessanti le tue osservazioni. Preparando il post sulle capsule del caffè anch'io ho notato al supermercato che una marca invece di mettere la dicitura capsula usa cialda… ma è chiaramente un errore.Nessun disturbo… provvederò. Le tue osservazioni sono molto importanti per tutti noi… per differenziare al meglio ed aiutare nel nostro piccolo il pianeta.A presto.Melciar

  • Ciao,mi sono accorto che alcune catene di supermercati hanno iniziato a scrivere sui brik in Tetrapak dei succhi di frutta di conferire la cannuccia nella plastica (in particolare Esselunga e Conad). Per quanto ne sapevo le cannucce sono assimilate alle posate e quindi non essendo considerate imballaggi vanno nell'indifferenziato. Puoi chiedere a COREPLA conferma del fatto che si tratti di un errore? Infine ne approfitto per segnalare anche che sulla confezione delle posate della Coop c'è scritto che vanno nella plastica, ma si tratta chiaramente anche qui di un errore.Grazie mille e scusa per il disturbo, ma io non ho Facebook e quindi posso solo leggere i post pubblici e non posso scrivere niente sulla pagina di COREPLA.Stefano

  • Benvenuto G.Ahimè, a quanto pare, non c'è solo un interesse per così dire ecologico ma anche economico… a discapito di noi abitanti del pianeta terra.Purtroppo non è semplice districarsi nella raccolta differenziata tra normative e l'organizzazione della raccolta a volte differente solo da città distanti un solo chilometro. Ma penso che… anche se non tutto il sistema di differenziazione è ottimale ed abbia un senso… seguendolo e migliorandolo… nel nostro piccolo possiamo aiutare a far crescere l'impronta ecologica del pianeta.Melciar

  • Diciamo che come sempre quello che prevale non è l'interesse della comunità, quindi il conferire il meno possibile nel secco che non sarà recuperato, ma l'interesse economico, amministrativo, gli interessi delle industrie che pagano (o non pagano) il contributo per lo smaltimento, le leggi sempre legate agli interessi economici, mai all'interesse del cittadino G.

  • Ciao Winx61.Per quanto ho capito io la posata di plastica, come il piatto di plastica, sono composte entrambe dalla plastica più diffusa… spesso sono realizzate in polipropilene o in polistirolo… solo che il piatto viene considerato un imballaggio… invece la posata no. E per ora si differenziano nella plastica solo gli imballaggi.Quindi, ahimè, la differenza non è dovuta al materiale di cui è composta la posata ma da come è definita (non imballaggio).Considera che per gli imballaggi che sono in commercio è previsto un contributo… cioè i produttori devono, appunto, versare un contributo al consorzio che si occupa della gestione delle operazioni di recupero e di riciclo (CONAI)… tutto questo tramite degli accordi… in questi accordi non è stato, per ora, prevista la posata di plastica e così automaticamente non è differenziabile!!!!!!!!Spero di esserti stata d'aiuto.Melciar

Segui la pagina di Pianeta delle Idee sul riciclo e la creatività

Segui la nuova pagina di Pianeta delle Idee Ambiente

Podcast sulla Raccolta Differenziata

Categorie

error: Il contenuto è protetto!!